seeweb

Seeweb, eccellenza italiana nel settore infrastrutturale

Abbiamo intervistato Antonio Baldassarra, CEO di Seeweb società sponsor del South Italy Drupal Camp la prima edizione dell'evento dedicato alla community Drupal che si terrà venerdi 12 giugno presso il Dipartimento di Scienze e Tecnologie dell’Università degli Studi di Napoli "Parthenope".

 

Qual è la storia di Seeweb?                                                           

Veniamo da lontano” potremmo ormai dire, siamo nati nel 1998 e 18 anni nel nostro settore sono veramente tanti e, per molti versi un traguardo importante; una “maggiore età” che pensiamo abbia un doppio significato positivo. Positivo per noi in quanto rimanere sul mercato per questi anni rinnovandosi continuamente è stata una sfida che ci ha divertito e che pensiamo di aver gestito sempre al meglio:  primi fornitori di servizi di hosting “applicativo” nel lontano 1998, vincita del premio di innovazione della regione Lazio nel 2007 per il primo embrione di quello che sarebbe diventato la base di tutti i nostri servizi di cloud computing passando per l’importante traguardo nel 2009 del primo prodotto di cloud computing presentato da un’azienda italiana al mercato italiano fino ai giorni nostri con il nuovo datacenter di Frosinone record di efficienza energetica ed i sempre più versatili servizi Cloud per finire con le certificazioni ISO 9001, 27001, 14001. Ma riteniamo che questo “compleanno” abbia anche un significato positivo per i clienti, arriviamo alla maggiore età oltre che con un portafoglio tecnologico di assoluto livello anche con una solidità finanziaria e capacità di investimento che ha pochi eguali nel nostro paese. Riteniamo che questi aspetti siano importanti per chi ha bisogno di un partner tecnologico solido e affidabile.

 

Il vostro core business sono i servizi infrastrutturali, cosa è cambiato negli ultimi anni, tutti sulla nuvola?

E’ cambiato molto ma non ci ha stupito, noi siamo nati e ci siamo sviluppati sul “cambiamento”, sulla capacità di interpretarlo e adattarlo alle specificità del nostro paese e, a volte, di prevenirlo.  Siamo nati sui servizi infrastrutturali come l’hosting evolvendoci sempre di più attraverso 4 datacenter di proprietà e con i servizi correlati come co-location ed housing ma il nostro focus degli ultimi 10 anni è sul cloud computing, sulle infrastrutture elastiche e programmabili; nel 2014 oltre il 60% del fatturato deriva da servizi di tipo Cloud Computing ed è in crescita, credo che questo chiarisca la nostra indole più di tanti commenti. 

 

Quali sono le ultime novità della vostra offerta?

Da un lato servizi “classici” con l’entrata in servizio l’anno scorso del nuovo datacenter di Frosinone, a sud di Roma: 20.000 mq di area completamente dedicata a datacenter che offre servizi di co-location di alta qualità e interconnessione con il Mix a Milano, il Namex a Roma in una infrastruttura fisica allo stato dell’arte. Dall’altro i nuovi servizi Cloud di tipo IaaS e PaaS: l’ampliamento dell’offerta Cloud Server ed easy Cloud Server tutta basata su architetture enterprise e storage ad altissime prestazioni, CloudDB che propone un  servizio di database as a service basati su mysql, Cloud Streaming che fissa un nuovo punto di riferimento sia tecnico, sia economico per lo streaming multidevice. E altri servizi sono già in preparazione.

 

Qual è la motivazione che Vi ha spinto a diventare sponsor di SID CAMP?

Intanto cerchiamo sempre di avere un dialogo aperto con sviluppatori, integratori, agenzie di comunicazione, specialisti del web in generale. Queste figure sono i nostri “veri utilizzatori”, magari non quelli che comprano direttamente i nostri servizi ma sicuramente coloro che, proponendo a loro volta, soluzioni innovative e sofisticate al mercato motivano l’uso dei nostri servizi. Nel caso specifico di SID CAMP poi esiste anche una motivazione meno pragmatica ma certamente emotiva: è un evento organizzato nel mezzogiorno che pochi sanno essere una vera fucina di competenze e professionalità del mondo della rete. Noi stessi, pur avendo dal lontano 2005 aperto la filiale a Milano e ben due datacenter pensiamo che il mezzogiorno d’Italia abbia molto da dire nell’ambito delle tecnologie della rete e del web e il nostro nuovo datacenter di Frosinone testimonia la concretezza di questo nostro pensiero. SID CAMP muove un po’ dalla stessa idea e questo ci è piaciuto.